Acqua

Acqua: bene comune, responsabilità di tutti
La Lombardia è tra le regioni più ricche di risorse idriche: da sole, le precipitazioni, ci garantiscono l’arrivo di circa 27 miliardi di metricubi di acqua ogni anno. 

Nonostante questo abbiamo problemi ciclici di scarsità idrica nei mesi caldi. Tra le cause di questa situazione sicuramente c’è l’eccessivo prelievo d’acqua che in Lombardia si attesta a quasi 130 miliardi di m3/anno, gran parte dei quali (il 72%) in realtà prelevati e reimmessi nei fiumi dopo aver azionato le turbine delle centrali idroelettriche. L’eccessivo sfruttamento provoca enormi problemi di qualità delle acque superficiali e sotterranee, perché non permette la circolazione idrica naturale necessaria a mantenere vivo l’ecosistema e a diluire gli inquinanti: quantità e qualità vanno di pari passo e per questo è fondamentale puntare ad aumentare le portate dei corsi d’acqua e delle falde recuperando le acque di pioggia e, soprattutto, riducendo i consumi superflui e gli sprechi, particolarmente rilevanti nei settori civile e agricolo. E tutto questo non può più essere procastinato. L’Unione Europea con la Direttiva Quadro sulle Acque (2000/60/CE) ci impone di raggiungere entro il 2015 lo stato di qualità “buono” per tutti i nostri corsi d’acqua.


sito realizzato da