Energia

La strategia europea sulla politica energetica del 20-20-20, ha integrato obiettivi che sono stati affrontati finora in maniera slegata e non coerente. L’incremento di energia prodotta da FER-Fonti Energetiche Rinnovabili, la riduzione delle emissioni di CO2, la riduzione dei consumi energetici finali, sono finalmente indissolubilmente interrelati. Noi sappiamo che tra questi obiettivi, quello relativo alla riduzione dei consumi energetici è sicuramente il più importante che, opportunamente integrato con lo sviluppo armonioso delle FER, ridurrebbe drasticamente i livelli di emissioni di CO2 garantendo il completo raggiungimento e il superamento del terzo obiettivo europeo. Per questo dobbiamo avere il coraggio di alzare gli standard di efficienza in tutti i settori di consumo finali. Occorre prevedere l’azione congiunta di un sistema normativo, regolatorio-amministrativo, pianificatorio, e, infine, incentivante tutto teso al superamento degli obiettivi nazionali. In Lombardia, occorre avere il coraggio di anticipare l’obbligo del consumo energetico zero per tutti gli edifici di nuova costruzione; ma abbandonando il consumo di suolo e puntando sulla rigenerazione urbana, è  necessario che le ristrutturazioni arrivino a trasformare la maggior parte del patrimonio  edilizio lombardo in strutture a basso consumo energetico. I consumi energetici dovranno ridursi anche in altri settori chiave quali l’industria, attraverso azioni potenzialmente consistenti come l’introduzione di audit energetici e riqualificazioni dei processi produttivi, o anche il recupero dell’energia termica dispersa.

sito realizzato da